Edizione 2016

Posted on:20 gennaio 2017

Author:The Others

Category:2016

Share: / /

ESPOSITORI

THE OTHERS ART FAIR
Acribia, Torino
Atla(s)now, Parco Nazionale Toubkal MA
Burning Giraffe Art Gallery, Torino
Studio C & C Camera Chiara, Torino
Caffè Internazionale, Palermo
Cell63 artplatform, Berlin DE
Riccardo Costantini Contemporary, Torino
D406–Fedeli alla Linea, Modena
Die Mauer Arte Contemporanea, Prato
Dolomiti Contemporanee, Casso (PN), Borca di Cadore (BL)
E3 arte contemporanea, Brescia
Eggers 2.0, Torino
Fabbrica EOS, Milano
Febo e Dafne, Torino
Galerie Huit, Arles FR
Ke’ch collective, Marrakech MA
l’étrangère, London GB
Martina’s Gallery, Seregno (MB)
Mc2 Gallery, Milano
Galerie Antonio Nardone, Brussels BE
Nuova Galleria Morone, Milano
Polisonum, Roma
Paola Sosio Contemporary, Milano
Sponge ArteContemporanea, Pergola (PU)
Studio 38 contemporary art gallery, Pistoia
The Format – Contemporary Culture, Milano
VisionQuesT contemporary photography, Genova
White Noise Gallery, Roma
widmertheodoridis, Eschlikon CH

THE OTHERS EXHIBIT
Anna Capolupo, Il bello di ciò che non ricordiamo – Burning Giraffe Art Gallery, Torino
CKO, Watastata – widmertheodoridis, Eschlikon CH
Tiziano Doria, Boris e Bobby – Mc2 Gallery, Milano
Alessandro Formigoni, Corruzione – D406 – Fedeli alla Linea, Modena
Mo Baala, The Protection of the Flower – Ke’ch collective, Marrakech MA
Nadia Galbiati, Spazio Costruito – E3 arte contemporanea, Brescia
Dario Goldaniga, World Map – Fabbrica EOS, Milano
Jago, Exalibur – White Noise Gallery, Roma
Matteo Sanna, Wishmaster – The Format – Contemporary Culture, Milano
Hélène Veilleux, 38E Parallèle Nord. – VisionQuesT contemporary photography, Genova
Anita Witek, es ist so wie es scheint/Turin 2016 – l’étrangère, London GB

 

PROGRAMMA

Nella sua formula di appuntamento serale, The Others propone un programma musicale, un programma di video e performances, aree dedicate al food nel cortile interno dell’Ex Ospedale, in un’atmosfera informale in cui darsi appuntamento al termine delle giornate dell’arte torinesi.

OTHERSTAGE
Programma musicale a cura di Paolo Pavanello per Metatron / Inri
Giovedì 3 Novembre
DARDUST
DJ ALADYN

Venerdì 4 Novembre
FRANCESCO TASKAYALI
MATTHEW S
TRICARICO
HERMIT
DJ SET TOMMASO COLELLA

Sabato 5 Novembre
I’M NOT A BLONDE
GIULIA’S MOTHER
STANLEY RUBIK
DJ SET P-FRAU

Domenica 6 Novembre
GRIDELINO BAROQUE ENSEMBLE

OTHERSCREEN
Arianna Carossa e Paolo Boriani, Solar, 2016 – 1:35, courtesy: The Artist and Paolo Boriani
Caterina Viganò, Teeth, 2015 – 5:00, courtesy: The Artist
Caterina Viganò, An eye on Stromboli, 2015 – 9:30, courtesy: The Artist
Baha Gorkem Yalim, Fatherland, 2015 – 6:04, courtesy: The Artist
Coco Young, Nadja 2016 8:38 mins courtesy: The Artist
Alice Guareschi, Untitled (Fall), 2005 – 14:00, courtesy: The Artist
Micah Hesse, Lonely without a company, 2015 – 7:36, courtesy: The Artist
Rebecca Digne, Climats, 2014 – 5:00, Sound Design: Neon & Landa, Courtesy: Artist and Gallery Escougnou-Cetraro, Paris
Carola Spadoni, Meeting the S.E.W.A. movement, 2008 – 10:00 mins excerpt of a 60:00 min documentary, courtesy: The Artist
Ann Oren, Congratulations! You’re still in the running for becoming!, 2015 – 9:00 min, courtesy: The Artist
Francesco Bertocco, Onde, 2014 – 15:00 min, courtesy: The Artist
Goran Galić and Gian-Reto Gredig, The Planners, 2012 – 17:06, courtesy: The Artist – Ke’ch collective
Moallaseconda, Ex Trenne News Three, 2016 – 13:00, courtesy: The Artist – Die Mauer Arte Contemporanea

“UN ANNO DI ORIGAMI – LA STAMPA”
I graphic novelists presenti per le performance live presso la mostra “1 Anno di Origami” promossa da La Stampa:

3 Novembre H. 21.30
GABRIELE PINO
4 Novembre H. 21.00
LORENZA NATTARELLA
5 Novembre H. 18.30
ILARIA ZANELLATO
5 Novembre H. 21.00
CAROLINA GROSA

PERFORMANCE
Giovedì 3 Novembre e Venerdì 4 Novembre
Fare Temporale – Mattia Pajè | Dolomiti Contemporanee

Venerdì 4 Novembre H. 23:00
H. 22:00 – Quello che doveva accadere – Giovanni Gaggia | Caffè Internazionale
H. 23:00 – I M You and Nothing – Mo Baala with a musical performance from CdMPT – Compagnia di Musica Popolare Terrestre – Daniele Galliano & Pierluigi Pusole – curated by Aniko Boehler | Kech’ collective
H. 23:30 – Drifters – Sandrine Nicoletta e Valentina Miorandi | Caffè Internazionale

Sabato 5 Novembre H. 17:00
Condannati all’utopia di Fabrizio Basso | Caffè Internazionale

Sabato 5 Novembre H. 18:30 e domenica 6 Novembre h.15:30
Presentazione del Work in Progress
Progetto Trentesimo – Vincitore del Bando ORA della Compagnia di San Paolo

Sabato 5 Novembre e Domenica 6 Novembre
Radio Borcia | Dolomiti Contemporanee

Tutti i giorni
Oblique – Polisonum

ROUNDTABLE – NOMADISMO CULTURALE
Venerdì 4 Novembre H. 18:00 – 21.00
Con una pratica teorica che contiene il gesto, The Others interpreta la sua idea di nomadismo culturale, quello del vagabondaggio di pratiche e ruoli, quello del crossing fra discipline, quello della contaminazione di genere e stili; quello che evolve in nuovi mestieri e professionalità; quello delle infinite fisionomie degli spazi indipendenti; quello che ripensa e rifa gli oggetti con il design, i fab lab, l’artigianato digitale; quello che rinomina e rigenera gli spazi con l’arte e l’architettura; rilegge il mondo con le mappe e le geografie mobili dell’altrove tra centro e margine.
Interventi a cura di: Angelo Bellobono, Atla(s)now – Cristiana Colli, Giornalista e curatrice – Stefano Colombo e Luca Marullo, Parasite 2.0 – Gianluca d’Inca Levis, Dolomiti Contemporanee – Giovanni Gaggia, Sponge ArteContemporanea – Stefania Galegati Shines, Caffè Internazionale – Daria Filardo, Caffè InernazionalePolisonum – Fabrizio Panozzo, Laboratorio di Management dell’Arte e della Cultura, Università Ca’ Foscari – Davide Quadrio, Art Hub Asia – Gabi Scardi, Critica e curatrice – Federica Tattoli, Fruit of the forest Massimiliano Tonelli, Direttore Artribune – Claudio Zecchi, Curatore indipendente.

PREMI
Miglior Progetto Curatoriale
Opera Inedita
The Others Exhibit
The Others #BottegaBaretti

 

PREMI

Il premio per il miglior progetto curatoriale è assegnato dalla giuria composta da Martina Alemani, Federica Tattoli, Gabriele Tosi, Claudio Zecchi alla galleria l’ètrangère (Londra, GB) per la cura e la qualità espressi nelle opere, negli allestimenti, nell’accoglienza e nei materiali informativi. Il progetto si è mostrato capace di affrontare il tema dell’identità, della sua costruzione e decostruzione nelle strutture del gesto e dell’immagine, costruendo un ricco dialogo tra le giovani artiste Małgorzata Markiewicz e Marie Jeschke.
La giuria ha voluto inoltre assegnare due menzioni. A Caffè Internazionale (Palermo) per la capacità e l’energia di mostrarsi al pubblico come spazio attivo e dinamico attraverso un progetto che prevede diversi appuntamenti e un continuo riallestimento dello stand. A Ke’ch collective (Marrakech) per l’efficacia dello stand nel raccontare, per la prima volta fuori dai propri confini, le pratiche attivate nel tempo da un gruppo di artisti a partire dal territorio e dall’interazione con la popolazione locale.Il premio alla miglior opera inedita è assegnato dalla giuria composta da Martina Alemani, Federica Tattoli, Gabriele Tosi, Claudio Zecchi al display progettuale Sound Detection 01 del collettivo romano Polisonum, opera che presenta il risultato di diverse situazioni e sperimentazioni generate dalla pratica del field recording. La giuria ha voluto premiare il coraggio della scelta di presentare un intervento di questo genere nel contesto fieristico, senza banalizzarne la sperimentalità, curando il coinvolgimento del visitatore e ottenendo il tempo dovuto alla fruizione.
La giuria ha voluto inoltre assegnare due menzioni. A Mattia Pajé (Dolomiti Contemporanee (Casso (PN), Borca di Cadore (BL) con l’opera Sedentary Storm Chasing per la capacità di raccontare e restituire in maniera efficace un progetto nato in un contesto diverso. La seconda menzione va invece a Luca Gilli (Paola Sosio Art Gallery) per la capacità di dialogare in modo puntuale con i vuoti dello spazio dell’ospedale restituendo la dimensione dell’Attesa attraverso un codice linguistico minimale.

Il premio per la miglior opera in Exhibit è assegnato dalla giuria composta da Cesare Audrito, Alessandro Carrer, Francesco Fossati all’installazione Es ist so wie es scheint/Turin 2016 di Anita Witek, presentata dalla galleria l’étrangère (Londra, GB). L’opera si distingue per il suo valore concettuale e per l’interessante riflessione sulle modalità con cui le immagini vengono lette e consumate nella società contemporanea. Risultato di diversi livelli di “traduzione” e passaggi tra linguaggi diversi (collage, fotografia, installazione), il lavoro è modulabile a seconda degli spazi espositivi ed è caratterizzato da una forte immersività.
La giuria ha assegnato inoltre due menzioni speciali: all’opera Il bello di ciò che non ricordiamo di Anna Capolupo (Burning Giraffe Art Gallery, Torino) – per la capacità di utilizzare in modo organico mezzi espressivi differenti quali pittura, ricamo e scultura – e all’opera Boris and Bobby di Tiziano Doria (mc2gallery, Milano) per l’originale operazione di rilettura e reinterpretazione di due immagini “storiche” che apre a nuovi significati e nuove possibili chiavi di lettura.

Il premio The Others #BottegaBaretti è assegnato dalla giuria composta da Andrea Casiraghi, Enrico De Fortuna, Riccardo Casiraghi all’artista Chiara Fucà della galleria Eggers 2.0 di Torino.

 

PARTNER

Con il Patrocinio di
Con il Sostegno di
Partner
Food&Beverage by
Media Partner
Online Partner